Presentati i primi risultati della Call for Project “Trasformazioni Urbane Innovative” con una Mostra, inaugurata l’11 ottobre e che sarà esposta fino al prossimo 3 novembre nelle Cantine del Forte di Bard, realizzata e promossa dal Dipartimento Agenda Urbana e Politiche Europee del Consiglio Nazionale, coordinato da Lilia Cannarella con il patrocinio di ANCI e di ACT (Agenzia per la Coesione Territoriale)

Gli Obiettivi della Call

Promuovere, individuare e mettere in rete gli interventi innovativi di riqualificazione urbana, realizzati in particolar modo attraverso i Programmi Europei e capaci di diventare elementi propulsori della rigenerazione urbana

Ambiti e destinatari

La call for project si è rivolta ai Professionisti, ai Comuni, ad Enti e Associazioni, ha raccolto 164 progetti ed iniziative - di cui 111 provenienti da piccoli comuni - alcune delle quali già realizzate, molte in corso di realizzazione e diversi interventi ancora da realizzare; sui temi dell’Agenda Urbana (mobilità sostenibile, efficientamento energetico, infrastrutture per l’inclusione sociale, tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali) e distinti per ambiti tematici:

  1. Città moderna e contemporanea
  2. Città storica
  3. Piccoli centri, aree interne e nuovi paesaggi
  4. Micro-interventi

Numerosi i progetti pervenuti da: Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Sicilia.

Sono stati raccolti Progetti alle diverse scale d’intervento: dalle aree densamente edificate, a parchi, piazze, ma anche interventi in piccoli angoli della città e micro-interventi partecipati promossi e/o realizzati dal basso con associazioni e abitanti.

Interventi che scommettono sulla città pubblica, sulla resilienza della città, sulla partecipazione di cittadini e stakeholder ai processi decisionali, per la costruzione di una città condivisa.

Il dato più significato che è emerso dall’indagine è che innovazione e rigenerazione avvengono spesso nei piccoli centri laddove i cittadini si attivano partecipando ai processi di trasformazione dei luoghi del vissuto quotidiano riconosciuti come Beni Comuni.

La mostra presentata a Bard si articola in 59 pannelli che raccontano 46 interventi innovativi di riqualificazione urbana, già realizzati in tutta Italia (si veda elenco in allegato), e diventati veicolo di cambiamento e di inversione di tendenze rispetto a fenomeni quali abbandono, degrado, spopolamento. Ciò fa emergere la centralità del ruolo che l’architettura contemporanea può svolgere all’interno di insediamenti lontani dai grandi centri nel rispondere alle nuove esigenze della collettività.

Per mettere a sistema ed in rete tutti progetti e le iniziative sono in fase di realizzazione un atlante multimediale dei luoghi della rigenerazione urbana ed una apposita piattaforma per lo scambio di buone pratiche.

Foto: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 -7 -8 

Visualizza i pannelli della mostra Trasformazioni Urbane Innovative

Visualizza i pannelli della mostra PON Metro

 

 

Mappa del sito